DESIGNED BY MIXWEBTEMPLATES

Introduzione

Promuovere la Pace è difendere la Patria?

Un modello di difesa nonviolento, il ruolo dei civili, l’educazione come strategia per costruire il Diritto alla Pace

La questione della Siria, gli oltre 60 stati coinvolti in guerre per lo più dimenticate o rimosse, i conflitti che sfociano in violenza, l’incolmabile divario fra chi si arricchisce e chi si impoverisce e tra i nord e i sud del mondo, la spesa militare che cresce anche durante la crisi economica e sottrae risorse a provvedimenti a tutela di chi è più fragile, gli F35 da acquistare ad ogni costo perché, secondo le parole del ministro della Difesa Mario Mauro,“Per amare la pace bisogna armare la pace”.
Tutti temi che ci ricordano quanto la promozione della pace, nella sua accezione più ampia, sia un tema contemporaneo e urgente, e quanto, anche nel nostro paese sia importante lanciare una sfida culturale che spinga a riflettere sull’idea di Patria e sulle modalità per difenderla, ripartendo dalla esplicita previsione dell’articolo 11 della nostra Carta Costituzionale.

A un decennio dal grandi movimenti per la Pace che, tra il 2002 e il 2003, nelle piazze di tutto il mondo, si opposero alla guerra in Iraq e in Afghanistan uno slancio di quel tipo può trovare uno slancio nuovo. L’efficace campagna nazionale contro gli F35, alimentata dalla Rete Disarmo, ha saputo coinvolgere migliaia di persone e decine di Enti locali che si sono espressi in senso contrario al programma. E’ la dimostrazione concreta che si aprono nuovi spazi per la discussione ed esiste un “capitale culturale” necessario ad avviare un dibattito qualificato, e finalmente libero, sull’attribuzione della funzione di Difesa della Patria, oggi generalmente ritenuto una “esclusiva” delle Forze Armate, che ha invece una validissima alternativa nelle modalità non armate e nonviolente più volte riaffermate per legge sia dalla Corte Costituzionale che nell'istituire il Servizio Civile Nazionale.

Erasmus +

Il Servizio Volontario Europeo ed il Programma Leonardo, con la nuova normativa, vengono unificati nel nuovo Erasmus+
A breve verranno aggiornate le pagine descrittive del programma ed i nuovi progetti che si stanno costruendo.

 

 

 

Educazione alla Pace

Il Servizio Obiezione di Coscienza e Pace dell'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII, anche a seguito dei nuovi stimoli ricevuti dal convegno "La Miglior Difesa è la pace" sta realizzando nuovi persorsi per scuole di ogni ordine e grado. Contattando il servizio tramite email è possibile avere informazioni aggiornate. Dal menù posto in alto alla pagina è possibile accedere su percorsi scolastici già effettuati.