Educazione allo sviluppo

Percorso di quattro ore in due tappe, per classi medie e (adattato) medie superiori.

Esclusione sociale è una parola decisiva, tanto quanto sviluppo. E’ trasversale, nord-sud, e riguarda tutti i gruppi umani, le società, le etnie, le nazioni, gli stati. Dall’esclusione sociale nascono le distanze. Ci sono degli indici che misurano queste distanze (per esempio l’”Indice di sviluppo umano” di UNDP – United Nations Development Programme). Ci fanno capire che alcuni diritti umani non sono rispettati in eguale misura in molte parti della comune “Madre Patria TERRA”, per citare Edgar Morin (Una testa ben fatta, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2005). Verrebbe da pensare alla logica per cui i più forti soccorrono i più deboli. Ma questo non sarebbe rispettoso: la vera strategia d’aiuto si gioca sul campo della parità. Finché io dono e l’altro riceve mi limito a creare una dipendenza e una mentalità della lotta per il favore del dispensatore di beni. Al contrario devo aiutare l’altro nell’espressione della sua posizione autonoma nella soluzione del problema che gli nega il diritto e lo mette in una condizione di esclusione, di povertà, di disoccupazione. Ecco perché una relazione d’aiuto veramente emancipatoria si fonda sull’empowerment, cioè sul rendere l’interlocutore più forte e più capace di far fronte al suo bisogno (quindi sull’educazione). Per pormi in un atteggiamento paritario devo diventare un interlocutore-educatore che attiva e costruisce rapporti dialogici. La direzione è quella dell’apertura alla progettualità, cioè alla speranza nel futuro.

1° incontro: DISTANZE - 2 h

Gioco introduttivo di personalizzazione dell’argomento “sviluppo umano”

CARTE QUIZ DELLO SVILUPPO: Quiz a gruppi per presentare informazioni su diversi paesi.

2° incontro: POSSIBILITA’ – 2 h

Ripresa dei temi del precedente incontro

Gioco di ruolo per valutare possibili interventi in diversi contesti, a partire da ciò che si può fare nel quotidiano.

Erasmus +

Il Servizio Volontario Europeo ed il Programma Leonardo, con la nuova normativa, vengono unificati nel nuovo Erasmus+
A breve verranno aggiornate le pagine descrittive del programma ed i nuovi progetti che si stanno costruendo.

 

 

 

Educazione alla Pace

Il Servizio Obiezione di Coscienza e Pace dell'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII, anche a seguito dei nuovi stimoli ricevuti dal convegno "La Miglior Difesa è la pace" sta realizzando nuovi persorsi per scuole di ogni ordine e grado. Contattando il servizio tramite email è possibile avere informazioni aggiornate. Dal menù posto in alto alla pagina è possibile accedere su percorsi scolastici già effettuati.