Diego Cipriani è sposato e ha 3 figli. Dopo la laurea in filosofia, ha svolto 20 mesi di servizio civile come obiettore di coscienza presso la Caritas diocesana di Bari. Dopo una breve esperienza di insegnante nelle scuole superiori, dal 1990 ha lavorato presso la Caritas Italiana come responsabile, per tutti gli anni ’90, del settore obiezione di coscienza e servizio civile. Dal 1991 al 2000 è stato presidente della CNESC, Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile, occupandosi principalmente del lungo iter della riforma della legge 772/72.
Dal 1993 al 1997 è stato vice-presidente del BEOC, l’Ufficio Europeo dell’Obiezione di Coscienza.
Dall’agosto 2006 al giugno 2008 è stato Direttore generale dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Tornato in Caritas Italiana, è responsabile dell'Ufficio Promozione Umana e dell’Ufficio Servizio Civile.
Ha scritto numerosi articoli e libri sui temi della pace, dell’obiezione di coscienza e del servizio civile.
È giornalista pubblicista.

Un pensiero in vista del Convegno...

"Come ci ha detto papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale della pace, dobbiamo fare di tutto perché si giunga “all’effettiva applicazione nel diritto internazionale del diritto alla pace, quale diritto umano fondamentale”. Cominciamo dal diritto… nazionale."