Sono nato ad Erba nel 1974, sposato da otto anni con Lucia e con due figlie. Da sempre sono attivo sui temi della mondialità, della Pace, della giustizia, della socialità e della cooperazione sociale.
Da oltre dieci anni mi occupo in particolare di Pace e Disarmo, dal 2004 come coordinatore nazionale della Rete Italiana per il Disarmo. Nell’ambito di questo lavoro sono stato promotore e coordinatore di campagne come Control Arms (per la richiesta di un Trattato internazionale sul commercio di armamenti, recentemente approvato all’ONU), come la campagna Banche Armate o infine come la recente campagna “Taglia le ali alle armi!” contro l’acquisto dei caccia F-35 e l’aumento delle spese militari.
Lavoro dal 2006 per la cooperativa Altra Economia Edizioni che pubblica la rivista “Altreconomia”. All’interno della cooperativa mi sono occupato sia di organizzazione sia di raccontare l’economia solidale ed il disarmo.
A gennaio del 2012 il mio scoop sulla mancanza di penali per l’acquisto dei cacciabombardieri F-35 ha iniziato a rendere evidente al grande pubblico i problemi e gli sprechi di questo programma di armamento e a sbugiardare molte delle affermazioni del Ministero della Difesa. Ho pubblicato diversi libri tra cui “Mercenari spa”, “Il caro armato” , “L’Economia armata” ed un più recente “Armi, un affare di Stato”. La mia ultima fatica è “F-35 l’aereo più pazzo del mondo” pubblicato da Round Robin Editrice in cui racconto la partecipazione italiana al programma del caccia Joint Strike Fighter partendo dalla prospettiva particolare del territorio novarese in cui tali aerei verranno in parte prodotti ed assemblati.
Io credo fortemente che un mondo più giusto e una migliore ripresa del nostro paese potranno essere costruite solamente su concetti di Pace, rispetto dei diritti di ciascuno, cooperazione e potenziamento della sfera pubblica e di cittadinanza.