SERVIZIO CIVILE NAZIONALE IN ITALIA

PUBBLICAZIONE GRADUATORIE PER I CANDIDATI PARTECIPANTI AI PROGETTI PRESENTI NEL BANDO NAZIONALE SCN 2016 del 30 maggio u.s.

Si comunica che sono rese pubbliche le graduatorie dei 34 progetti di servizio civile da realizzarsi su sedi italiane. Tali graduatorie sono da ritenersi provvisorie in quanto sottoposte a verifica da parte del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Per i candidati utilmente collocati, la partenza è fissata per lunedì 7 novembre 2016

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA PAGINA DELLE GRADUATORIE

 

SERVIZIO CIVILE REGIONALE 

REGIONE EMILIA - ROMAGNA

PUBBLICAZIONE GRADUATORIA PER I VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE NEL PROGETTO "IO E TE INSIEME" (Provincia di Bologna)

Si comunica che è resa pubblica la graduatoria del progetto indicato, in merito al Servizio Civile Regionale in Emilia-Romagna. I candidati utilmente posti in graduatoria partiranno per il servizio il 17 ottobre 2016.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA GRADUATORIA

 

Pubblicati gli Atti del Convegno - "Oltreconfine: dal servizio civile all'estero ai Corpi Civili di Pace" - Bologna 7 marzo 2016

Sono stati pubblicati gli atti del Convegno “Oltreconfine: dal Servizio Civile all’estero ai Corpi Civili di Pace”, realizzato a Bologna il 7 marzo scorso dall'Associazione "Comunità Papa Giovanni XXIII". «Il Convegno è stato occasione di confronto e dibattito sul sempre più attuale ed attivo ruolo dei civili nella costruzione della pace attraverso il Servizio Civile, i Corpi Civili di Pace, l’educazione, la scuola ed il monitoraggio del traffico di armi. Impossibile evidenziare alcuni tratti più importanti di ciò che è emerso, in quanto tutti i contenuti si sono rivelati estremamente interessanti, partecipati e corposi, testimonianza dell’acceso interesse sempre troppo poco stimolato in relazione alle relative potenzialità, di giovani ed Enti, rispetto alle tematiche affrontate».

Gli atti del Convegno sono tutti consultabili a questo link.

 

 

don oreste16 aprile 2014 - Il 29 Novembre la Comunità Papa Giovanni XXIII sarà ricevuta da Papa Francesco in udienza speciale

Con la firma del “Decreto per l’introduzione della Causa di Beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio sacerdote don Oreste Benzi” il vescovo di Rimini Francesco Lambiasi ha disposto «che si apra il Processo sulla vita, virtù e fama di santità» di don Benzi e invita tutti i fedeli a fornirgli «notizie utili riguardanti la Causa» e a fargli pervenire eventuali documenti «autografi, lettere e ogni altro scritto del sacerdote Oreste Benzi».

Lo ha reso noto oggi alle ore 12 lo stesso vescovo Lambiasi di fronte ai sacerdoti della diocesi di Rimini riuniti in presbiterio presso il seminario vescovile dedicato proprio a don Benzi, e lo annuncerà a tutti i fedeli oggi pomeriggio durante la Messa del Crisma che si svolgerà nella Cattedrale di Rimini a partire dalle ore 15,30.

«È una notizia che aspettavamo da tempo e che è arrivata in un momento particolarmente significativo per la nostra Comunità – commenta Giovanni Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII –. Proprio in questi giorni, infatti, abbiamo appreso dalla Santa Sede che Papa Francesco ci riceverà in udienza speciale il 29 novembre, nell’aula Paolo VI, esattamente a dieci anni dall’udienza che ci era stata concessa da Giovanni Paolo II il 29 novembre 2004».

«Tutti ricordiamo in quella occasione la felicità di don Oreste di poter presentare al Santo Padre la sua comunità e in particolare i piccoli e i poveri accolti nelle nostre famiglie e case famiglia, per riceve ancora una volta una conferma della bontà del cammino da parte del Pastore universale – continua Ramonda –. Ora l’apertura della Causa di beatificazione rappresenta una ulteriore occasione per approfondire e far conoscere questa straordinaria figura di sacerdote ed educatore che tanto ha da dire al presente al futuro della Chiesa e della società».

L’iter per l’avvio della causa era partito con la consegna della  richiesta al vescovo di Rimini  da parte del responsabile della Comunità Papa Giovanni XXIII, Giovanni Ramonda, il  27 ottobre 2012, durante la celebrazione conclusiva del convegno dedicato a “Don Oreste Benzi, testimone e profeta per le sfide del nostro tempo”.

Il 24 ottobre 2013 la postulatrice, la teologa Elisabetta Casadei, aveva consegnato al vescovo di Rimini, monsignor  Francesco Lambiasi, la richiesta formale di aprire la causa, dopo un anno di ricerche circa la “fama di santità” di don Benzi, sostenuta da molte lettere tra cui quelle di  9 cardinali, 41 vescovi italiani e 11 vescovi e arcivescovi stranieri, oltre a vari movimenti ecclesiali  e, naturalmente, della stessa Comunità Papa Giovanni XXIII.

Il vescovo Lambiasi aveva quindi inviato la richiesta di nulla osta alla Congregazione delle cause dei Santi, che aveva dato parere favorevole in data 3 gennaio di quest’anno.

Ora, dopo il parere favore della Conferenza episcopale dell’Emilia Romagna raccolto durante l’assemblea del 31 marzo, il vescovo Lambiasi ha reso pubblico il Decreto che porta la data dell’8 aprile 2014.

«Il Processo Canonico si dividerà in due fasi – si legge nel comunicato diffuso dalla diocesi –: il vaglio degli scritti pubblicati di don Oreste e l’ascolto dei testimoni. Il Vescovo Francesco nominerà alcuni Periti teologi, ai quali saranno consegnati i libri e gli articoli raccolti dalla Postulatrice, affinché siano esaminati per verificare se contengano qualcosa contro la fede e la morale cattolica.

Contemporaneamente, il Vescovo di Rimini nominerà anche una Commissione di storici: tale Commissione avrà il compito di ricercare gli scritti non pubblicati di don Oreste e ogni altro documento riguardante la Causa. Solo al termine di questa prima fase potranno essere ascoltati i testimoni».

Don Oreste Benzi fin d’ora può essere chiamato con il titolo di Servo di Dio . «è un titolo attribuito al fedele cattolico di cui è stata intrapresa la Causa di Beatificazione, e indica che la fama di santità e di segni di cui gode era ed è degna di fiducia – spiega la dott.ssa  Elisabetta Casadei – .Ci sono infatti fondati motivi per affermare che abbia vissuto conformandosi a Cristo, praticando le virtù umane e cristiane in modo eroico».


Sul canale  YouTube  “Associazione Papa Giovanni XXIII” sono disponibili videointerviste a  Giovanni Ramonda (responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII) ed Elisabetta Casadei (postulatrice della Causa di don Benzi)

Servizio Civile

Erasmus +

Il Servizio Volontario Europeo ed il Programma Leonardo, con la nuova normativa, vengono unificati nel nuovo Erasmus+
A breve verranno aggiornate le pagine descrittive del programma ed i nuovi progetti che si stanno costruendo.

 

 

 

Educazione alla Pace

Il Servizio Obiezione di Coscienza e Pace dell'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII, anche a seguito dei nuovi stimoli ricevuti dal convegno "La Miglior Difesa è la pace" sta realizzando nuovi persorsi per scuole di ogni ordine e grado. Contattando il servizio tramite email è possibile avere informazioni aggiornate. Dal menù posto in alto alla pagina è possibile accedere su percorsi scolastici già effettuati.

 

Contatti

Servizio Obiezione di Coscienza e Pace - Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII - Struttura di Gestione del Servizio Civile - 
Via Roma 1084 Loc. San Savino - 47854 Montescudo-Montecolombo (RN)
Tel. 0541.972477 - Fax. 0541.1613548
Email: odcpace@apg23.org - PEC: odcpace@pec.apg23.org
Numero Verde 800.91.35.96